Sull’evitare il vaniloquio in moschea

Quando una persona si trova in moschea (masjid), dovrebbe astenersi dal conversare lungamente di questioni mondane – che non abbiano cioè alcun genere di orientamento religioso o spirituale, né siano legate ad aspetti particolari della Legge sacra – o dal chiacchierare inutilmente, indulgendo in argomenti sconvenienti od inutili. La moschea è infatti un luogo di culto, in cui bisognerebbe concentrarsi…

Sulla Notte dell’Espiazione (Laylatu l-Barâ’)

Diverse tradizioni profetiche indicano l’eccellenza della notte tra il 14 ed il 15 di Sha‘bân, e l’opportunità di dedicarla in maniera particolare all’adorazione, all’ascesi ed alla ricerca del perdono divino. Benché tali narrazioni abbiano degli elementi di debolezza nella loro trasmissione, la maggioranza dei Sapienti antichi e moderni le hanno considerate nel loro complesso una prova attendibile,…

Sulla liceità dell’utilizzo del rosario (tasbîh)

A proposito dell’utilizzo di una corona di perle di legno o di altro materiale (misbâh), per l’enumerazione delle lodi e della glorificazione (tasbîh) di Allâh, Shaykh Ibn ‘Uthaymîn – che Allâh ne abbia misericordia – ha ricordato come vi sia divergenza d’opinione tra i Sapienti, ed ha indicato che esso non andrebbe considerato né illecito…

L’orazione rituale dell’eclissi

Nel corso dei secoli, fenomeni astronomici come le eclissi hanno ingenerato le più disparate credenze e superstizioni. Le normali relazioni di armonia e di corrispondenza che vigono tra macrocosmo e microcosmo sono state infatti fraintese frequentemente come rapporti immediati e necessari di causa ed effetto: in tal modo, particolari avvenimenti furono erroneamente attribuiti all’occorrenza di determinati fenomeni, anziché al…

Riflessioni a margine dell’incontro al Viminale

Breve intervista rilasciata al sito L’Intellettuale Dissidente. Corsivi, brevi integrazioni e collegamenti ipertestuali miei, apportati in questa sede.  Lo scorso 23 febbraio il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha convocato una riunione con alcuni esponenti delle comunità Islamiche italiane, con l’obiettivo di fornire una maggiore cooperazione tra comunità e istituzioni e dare risposte all’esigenza del diritto di culto,…

Sulla miscredenza di chi non giudica secondo la Sharî‘ah

Il fondamento del [ricorso esagerato ed illegittimo al] takfîr in quest’epoca – di cui stiamo trattando – è il versetto (âyâ) attorno a cui [i sostenitori di questa dottrina erronea] sollevano diversi argomenti [facendovi polemicamente riferimento, senza però comprenderne l’esatto significato]. In questo versetto Allâh (ﷻ) dice: وَمَنْ لَمْ يَحْكُمْ بِمَا أَنْزَلَ اللَّهُ فَأُولَٰئِكَ هُمُ الْكَافِرُونَ «E coloro non giudicano secondo…

Sulle origini e le cause del “takfirismo”

Fu rivolta questa domanda a Šaykh Muhammad Nâsir ud-Dîn al-Albânî: [1] Nobile Šaykh, siete ben a conoscenza di quanto è avvenuto sul campo di battaglia afghano in quell’epoca [in cui molti Arabi si impegnarono a fianco della popolazione locale per liberare l’Afghânistân dall’occupazione sovietica], tra le formazioni [dei mujâhidîn] ed i gruppi deviati che in quel…